OCM vino 2015

Pubblicato il Pubblicato in OCM vino 2015, Piani OCM vino

L’OCM (Organizzazione Comune di Mercato) nel settore vitivinicolo, o più semplicemente OCM vino, è lo strumento a supporto del vino d’Europa, area che include due delle nazioni più importanti del mondo del settore; nonostante questo la CEE ha sentito l’esigenza di creare questo sostegno alle aziende, affinché attraverso investimenti importanti si possa ottenere un contributo a fondo perduto di circa il 50%.

In Italia si opera con bandi annuali emessi dal Ministero per le Politiche Agricole e da ogni Regione o Provincia Autonoma, con contributi a fondo perduto che vanno dal 40% all’80%. Il 14 maggio, con decreto direzionale 35124, il Ministero per le Politiche Agricole ha dato il via al bando per l’OCM vino paesi terzi 2015.

Tocca adesso alle Regioni emettere i decreti per i bandi regionali e decidere il finanziamento di eventuali progetti multiregionali.

La novità di quest’anno è che il Ministero per le politiche agricole ha deciso di non emettere il bando nazionale, ma di assegnare l’intera dotazione di fondi per la concessione del contributo a fondo perduto alle singole regioni, assegnando però priorità alle micro-aziende o PMI vinicole, o alle associazioni d’imprese ed ai consorzi costituiti da aziende, microaziende o PMI. Saranno sempre le regioni a decidere se incrementare con fondi propri la percentuale di contributo (ora al 50%).

Tra i mercati per i quali chiedere i finanziamenti (Paesi terzi), sono esclusi i paesi appartenenti all’Unione Europea.

Gli OCM vino sono una straordinaria opportunità e uno strumento importante per le Aziende vitivinicole italiane; grazie agli OCM, le aziende italiane (ed europee) possono pianificare e programmare attività di promozione sui mercati di interesse usufruendo di contributi a fondo perduto pari al 50% , per attività di promozione relative al periodo ottobre 2015 e ottobre 2016.

E’ importante ricordare che lo stesso strumento dà la possibilità di elaborare e realizzare progetti ‘su misura’ per ogni azienda, in base alle reali necessità, consentendo così, la realizzazione di progetti unici e dedicati.

Pertanto, sia che si tratti di un’azienda o di un’ATS (Associazione Temporanee d’Impresa) o di un Consorzio si possono svolgere attività uniche, pur rispettando lo scopo della misura, ovvero fare informazione e promozione dei prodotti vitivinicoli sul mercato dei Paesi Terzi.

Da dieci anni pianifichiamo ed organizziamo eventi finalizzati allo sviluppo internazionale delle aziende vinicole e molti di questi sono hanno potuto contare sul contributo OCM vino. Creiamo ad hoc progetti di promozione nei paesi terzi per molte realtà, grandi e piccole; ci occupiamo dell’ideazione, della programmazione, della realizzazione e della comunicazione al fine di rendere “unico” ogni singolo progetto, come uniche sono le singole realtà aziendali.

Per maggiori informazioni o per valutare una programmazione strategica delle attività ammissibili ai contributi OCM vino potete contattarci senza impegno.

Vediamo di seguito le azioni finanziabili nell’ultimo bando OCM vino 2015, nonché spese ed investimenti.


 

Tipologia di investimenti ammessi dal bando (in sintesi)

  • promozione e pubblicità, che permettano in rilievo i vantaggi dei prodotti di qualità, la sicurezza alimentare ed il rispetto dell’ambiente, da veicolare attraverso canali di informazione quali stampa e televisione;
  • missioni commerciali all’estero;
  • partecipazione a manifestazioni, fiere ed esposizioni internazionali;
  • campagne di informazione e promozione da attuarsi presso i punti vendita, la grande distribuzione, la ristorazione dei paesi terzi;
  • altri strumenti di comunicazione (ad es. siti internet, opuscoli, degustazioni guidate, incontri con operatori e/o giornalisti dei Paesi coinvolti);

Tipologia di spese ammissibili

Realizzazione gadget, opuscoli tecnici e brochure, siti web dedicati. Sono eleggibili le seguenti categorie di spesa:

  • Creazione grafica e progettazione (ammesse, in caso di progetti pluriennali, solo il primo anno di presentazione del progetto, salvo eventuali differenti necessità da indicare dettagliatamente nel progetto);
  • Traduzioni;
  • Produzione;
  • Expertise, consulenza di marketing, pre-test di validazione di nuovi prodotti, focus group, panel. Il valore di tale azione non può eccedere il 20% del totale delle azioni;

Incontri con operatori e/o giornalisti dei Paesi terzi da svolgersi anche presso le imprese partecipanti ai progetti;

  • Mezzi di trasporto dal Paese di origine ai luoghi di visita al costo effettivo;
  • Pernottamento max 120 per pax/notte e pasti max 80,00€ per pax/giorno;
  • Inviti a giornalisti e clienti.

Partecipazione a manifestazioni, eventi istituzionali, fiere ed esposizioni di importanza internazionale:

  • Quota partecipazione;
  • Costo inserzione cataloghi;
  • Affitto e allestimento spazio espositivo;
  • Hostess;
  • Viaggi per personale aziendale (in classe economy);
  • Vitto e alloggio
  • Affitto materiale di supporto Prodotto
  • Costi organizzativi di promozione dell’evento
  • Costi Spedizione
  • materiale promo pubblicitario e prodotto
  • Partecipazione ad eventi di terzi

Promozione sui punti di vendita della GDO e degli specializzati:

  • Pubblicità e pubblicità delle attività promozionali (inserimento comunicati, articoli…)
  • Prodotto
  • Testate di gondola
  • Referenziamento prodotti
  • Materiale promozionale di vendita
  • Opuscoli
  • Gadgets
  • Collarini illustrativi
  • Bottiglie, manifesti, espositori, borse, beccucci, portachiavi, …
  • Degustazioni In-store
  • Costi di promozione dell’evento

Pubblicità e azioni di comunicazione:

  • Pubblicità su stampa (quotidiana, settimanale, professionisti,specializzata…)
  • Articoli pubbliredazionali
  • Inserimento nel catalogo di un distributore o importatore
  • Spot radio e TV
  • Azioni di “Product placement”
  • Annunci pubblicitari su internet
  • Azioni di pubbliche relazioni: (Il valore di tale azione non può eccedere il 20% del totale delle azioni)
  • Comunicati stampa
  • Acquisto liste di indirizzi
  • Consulenza, fornitori di animazione per gli eventi: da realizzare attraverso la stipula di un contratto che specifichi attività e carico di lavoro
  • Costi organizzazione Incontri btb comprensivi di affitti sala e delle spese di ospitalità (viaggio, vitto e alloggio) per invitati
  • Viaggi, vitto, alloggio per Pr manager e/o “Brand ambassador” incaricato dal beneficiario

Degustazioni guidate, wine tasting, gala dinner:

  • Campagna di informazione / pubblicità
  • Prodotto
  • Informazioni ai media: comunicati, opuscoli, brochure
  • Attrezzature da degustazione: calici, display, tovaglie etc
  • Catering o ristorazione
  • Affitto della sala o del sito
  • Hostess
  • Costi di promozione dell’evento

Decreto direzionale 35124 del 14/05/2015 

Per approfondire


[catlist id=326  numberposts=30]

2 pensieri su “OCM vino 2015

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *