Interview | Eduard Plate

Pubblicato il Pubblicato in export tips, Internazionalizzazione
Eduard Plate
Eduard Plate

Eduard Plate, Wijnservices (Holland)


Qual è il potenziale del vino italiano nel suo mercato?

Dipende dal prezzo e dalla qualità, i consumatori principalmente decidono dopo aver assaggiato i vari vini.

Potrebbe dirci quali sono i vini al momento popolari nel suo mercato? (italiani e non)

Ci sono dei vini nei supermercati con dei bei nomi e un gusto piacevole, di una qualità ragionevole, come Wild Pig (Australia), anche se il nuovo mondo sta rallentando la presa. I vini vincenti hanno note fruttate, carattere, sono ben fatti e sono piacevoli da bere.

Qual è il principale canale di vendite nel suo paese?

É il supermercato, l’ 80% della quota di mercato.

Come crede che i produttori italiani potrebbero migliorare la percezione del vino italiano nel suo mercato?

Senza dubbio con una valida indicazione sull’etichetta riguardo al suo sapore, all’uva e a quando è meglio berlo. I caratteri dell’etichetta devono essere ben visibili e concisi.

Cosa pensa della classificazione dei vini nelle principali guide? Può aiutare a vendere il vino?

Per alcune categorie può essere d’aiuto.

Cosa pensa della conoscenza dei vini dei consumatori nel suo mercato? Qual è la tendenza?

Non hanno molta conoscenza del vino, conoscono alcune viti come lo Chardonnay e il Sauvignon, vini rossi come il Cabernet e il Merlot, la tendenza è la nota fruttata e il carattere.

Quali sono i principali errori dei produttori italiani?

Non mettono sufficienti informazioni sull’etichetta, i vini mancano di freschezza. E poi non si può chiamare un vino Super Tuscan così facilmente.

Ha qualche consiglio per i nuovi produttori che intendono introdurre i propri vini nel suo mercato?

Conoscere la persona a cui vorrebbero vendere il loro vino e capire qual’è il tipo di consumatore che stanno cercando.

Qual è il paese con la più forte crescita nel settore vinicolo nel suo mercato?

C’è stato un ritorno dell’Europa. L’Italia e la Spagna sono secondi, la Francia sta ritornando all’attacco.


Eduard Plate, Direct Wijnservices (Holland)

Wijnservices.nl


Altre interviste e consigli 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *